Gli Italiani e la povertà energetica in Italia: OIPE presentata lo scenario per il 2024

Gli Italiani e la povertà energetica in Italia: OIPE presentata lo scenario per il 2024

Gli Italiani e la povertà energetica in Italia: OIPE presentata lo scenario per il 2024

La povertà energetica è un fenomeno che in media tocca ogni anno circa 2 milioni di famiglie.
A livello regionale, alla fine del 2021 essa oscillava tra un minimo del 4,6% nelle Marche a un massimo del 16,7% in Calabria.
Il fenomeno appare particolarmente accentuato nelle famiglie con minori e tra gli immigrati.

In questo contesto il caro energia degli ultimi anni ha visto contrapporsi di generose politiche di supporto alle famiglie e imprese (76 miliardi di euro nel 2020 – 2021, di cui 17,3 solo per le famiglie), fra i quali si ricorda il potenziamento del bonus elettrico e gas (alla fine del 2022, 6 milioni di bonus erogati per una spesa di circa 4 miliardi di euro, 20 volte la spesa media tra il 2009 e il 2021).

Le valutazioni sull’impatto distributivo degli incrementi dei prezzi energetici e delle misure per il loro contenimento non sono conclusive: da un lato l’aumento dei prezzi è stato tale da aumentare significativamente la pressione sulle famiglie vulnerabili; dall’altro, le risorse stanziate a protezione delle stesse sono state ingenti. Quale dei due effetti abbia prevalso lo si vedrà soltanto con la pubblicazione dei microdati Istat relativi all’anno 2022 (metà dicembre 2023).

Nel 2024, la quota di famiglie in povertà energetica, misurato secondo l’indicatore considerato da OIPE, si potrebbe attestare tra il 7 e il 12%, con una stima mediana pari al 9% circa.