Il Progetto Energia in periferia arriva a Reggio Calabria

Il Progetto Energia in periferia arriva a Reggio Calabria

Il Progetto Energia in periferia arriva a Reggio Calabria

Lo scopo del progetto è supportare 100 nuclei famigliari in condizioni di vulnerabilità economica e sociale con il rischio di non poter accedere ai servizi energetici. Il contributo a loro destinato sarà di circa 600,00€ a famiglia per sostenere le spese relative alle utenze di gas ed elettricità di qualunque operatore energetico
A questo si affiancherà un’attività di formazione tenuta dai TED ( Tutor per l’Energia Domestica) sulla consapevolezza dei consumi e sull’adozione di comportamenti orientati al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale.

IL PROGETTO
Edison contribuirà economicamente in partnership con Banco dell’energia, finanziando il fondo destinato al pagamento delle bollette delle famiglie in difficoltà.

Banco alimentare Individuerà le associazioni non profit a cui faranno riferimento i nuclei familiari che beneficeranno dell’iniziativa.

Adiconsum Calabria, una volta individuati i beneficiari, si occuperà direttamente del pagamento delle bollette di qualsiasi operatore energetico e con il supporto di Banco dell’energia organizzerà l’attività di  formazione.

Signify, leader mondiale nei sistemi software e servizi di illuminazione LED, contribuirà con una fornitura di lampadine LED per efficientare l’illuminazione delle abitazioni dei beneficiari del progetto contribuendo così ad alleggerire sensibilmente i consumi.

La formazione, tenuta dai TED (Tutor per l’Energia Domestica) fornirà le competenze necessarie per informare e sensibilizzare le persone e le famiglie sui temi della sostenibilità ambientale e del consumo energetico e apprendere regole e comportamenti corretti per tenerli sotto controllo, limitando gli sprechi.

Adiconsum Calabria si occuperà di compilare, grazie agli incontri one to one, un questionario anonimo volto a raccogliere i dati sulle abitudini di consumo delle persone e delle famiglie, prima e dopo i percorsi educativi.

I dati così raccolti saranno utilizzati dal Banco dell’energia per produrre un report sull’andamento del progetto e sugli impatti generati.